FANDOM


11 novembre "Un flusso di informazioni" 13 novembre

Il 12 novembre 202 sono state aggiunte nuovi informazioni nella bacheca d'investigazione di P.A. Chapeau.

Pensiero del giorno Modifica

Queste deve essere arrivato da una fonte ben nascosta.

Si tratta dell'agente NIA a capo del Progetto Niantic, e della conversazione con il suo boss, Yuen Ni.

Scopriremo presto se si tratta di bario...

-PAC
Traduzione (Originale)

Parola del giorno Modifica

PRESENTIMENTO
Una sensazione intuitiva. Un sospetto. Qualcosa che viene fortemente avvertito ma che non può essere spiegato razionalmente.
Traduzione (Originale)

Bario Modifica

Il documento si apre chiedendo una password, sousveillance. Una volta aperto riporta una conversazione chat tra Yuen Ni ed Ezekiel Calvin, in cui parlano della fuga d'informazione nella NIA e di Henry Bowles.

-Yuen: Eccoci qui. Non sappiamo chi sia la talpa. Come stanno disseminando le informazione nel mondo esterno. Se sono influenzati dai plasmatori. O se se stanno seguendo i loro interessi.
Inviato alle 3:01 PM di mercoledì
Questa chat non è più verbalizzata

-Zeke: *Non* dovremmo ipotizzare che si tratti di uno dei ricercatori. Credo che dovremmo cercare dentro la NIA.


-Yuen: L'investigazione è in corso. Nel frattempo, dobbiamo riprendere l'iniziativa. Influenzare il flusso di informazioni, anche se non riusciamo a controllarlo.


-Zeke: Hai qualcosa in mente?


-Yuen: Aiutare le nostre talpe. Niente disinformazione. Bario. Mettiamo le cose nel sistema e vediamo come si diffondono. Chi è interessato? Chi è influenzato?


-Zeke: Vuoi che lo faccia io?


-Yuen: No. Quanto conosciamo Bowles?


-Zeke: Non bene, ma è risultato pulito come tutti gli altri. Non ho informazioni personali.


-Yuen: Nemmeno io. Gli darò un compito da fare. Sara interessante vedere cosa ci farà.


-Zeke: Sospetti sia lui la talpa?


-Yuen: Finché non so chi sia, sospetto di tutti.
Traduzione (Originale)

Nascosto nel documento, a parte un frammento di codice, si trova anche "Antonin", possibile collegamento a Antonin Hollis.